venerdì 2 marzo 2012

domani...



... scatta l'operazione "saccheggio"!

no, no, non scherziamo! ci vado con un budget limitato, e sto seriamente pensando di lasciare a casa il bancomat (perché mi conosco troppo bene!).

andrò alla ricerca di stoffine, nastri, pendagli e NIENTE PIU'!

(alzi la mano chi ci crede....)

...e se vedrete una un po' esaurita che si trascina una nanetta di 5 anni (insofferente e alquanto annoiata), quella sarò io!

baci, e a domani sera con il reportage del bottino!


sonia

14 commenti:

  1. ah ah spettacolo... tanto so che porterai tanti contanti hi hi hi ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nu nu nu nu! pochi pochi, che sono in bolletta!

      Elimina
  2. ahahahah!! grande!!! hai fatto la mia descrizione, ma perfortuna io i miei bimbi li ho potuti lasciare a casa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fortunaaaaaaaa, io so già che giornata mi aspetta, soprattutto perché non mi tiene mai la mano!

      Elimina
  3. bene, ci sarò anch'io domani a Vicenza, terrò gli occhi aperti, e se vedrò una che corrisponde alla tua descrizione non mancherò nel farmi conoscere!!ahahahaha chissà quante ce ne saranno con le proprie nanette al seguito!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. potremmo metterci un cartellino al collo... ma poi quanto sembreremmo stupide? :-)
      ihihih

      Elimina
  4. mio marito, per il mio compleanno, avrebbe voluto regalarmi un viaggetto a Vicenza come nel lontano 2005 quando li costrinsi a girare tutta la fiera (stefano aveva solo 2 anni e mezzo!!!)...ci credete che ho rinunciato?!? forse sono pazza lo so, ma tra il bianco da dare a casa e la comunione di mio figlio, ci saranno un po' di spesucce da affrontare...e così non avrei potuto spendere...quando si va in questi posti bisogna divertirsi, perciò spendere, spendere, spendere ...
    Buon divertimento Sonia ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no Michela, non sei pazza, sei solo saggia! (cosa che a volte manca a me!) :-) buona comunione

      Elimina
  5. Se avessi saputo, mi organizzavo e me la tenevo io la tua pupa, per un po'! Mi manca quella patatona :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frizzi, il prossimo anno mi organizzo e te la spedisco in gita con il treno! basta dirlo! :-)

      Elimina
  6. Ciao!
    ci sono stata ieri! AHHHHHH!
    troooppo carina! ma troppissima gente!
    comunque, non abbastanza contenta, ci torno anche domani o domenica con la Mamma Supercraftosa, ufficialmente come portaborse, ma non si sa mai!
    Buon divertimento, spero di riconoscerti e salutarti.
    Ciao Anna

    RispondiElimina
  7. Ciao Sonia!!!A Vicenza c'ero anch'io!!Ho fatto bene ad andare , mi è piaciuta tanto.Ho acquistato anche per delle mie amiche, per un totale di trecento euro(..per loro...).Per me...ho fatto come te.., ho lasciato il bancomat a casa ..Domai, se sono venute bene le foto posterò qualcosa del bottino.Bello il tuo blog!Mi unisco ai tuoi sostenitori ...a presto Patry

    RispondiElimina
  8. ciao sonia.........anche a me piacerebbe partecipare.....ancora non ne ho avuto la possibilità.....essere sagge a volte pesa e si finisce per rinunciare sempre per il bene della famiglia..........
    da sola non mi lasciano e calcolare un badget di viaggio e spese dalla puglia per 4 persone ,mi serve un capitale........
    spero nel futuro e mi consolo guardando le vostre foto
    bacioni

    RispondiElimina
  9. Ciao Sonia, grazie per essere passata. Le roselline le ho trovate in un vecchio n° di "cucito creativo". Basta utilizzare le rifilature dei lavori stessi che esegui, recuperi delle strisce alte massimo 5 cm da piegare in 2, verrà 2,5 ca.pieghi l'angolo di un lato corto e lo fissi con un punto di colla a caldo, poi arrotoli e attorcigli e man mano fissi con i punti di colla fino alla grandezza che desideri, tagli, fermi sotto con la colla e poi incolli un cerchietto sul fondo ed è pronta! più è sottile la striscia, più piccola viene la rosa. Non devi cucire niente.E' difficile seza immagini non saprei spiegartelo diversamente. Vedo se trovo qualche tutorial , comunque è più semplice farle che spiegarle. Ciao!! Giovanna

    RispondiElimina